Convegno: IL DIFENSORE DEL MINORE NEL PROCESSO CIVILE

L’A.I.E.P.A.F. organizza il Convegno

“IL DIFENSORE DEL MINORE NEL PROCESSO CIVILE”

Roma, 31 marzo ore 14.00 –18.00

Auditorium della Cassa di Previdenza e Assistenza forense

Via Ennio Quirino Visconti, 8

Il 1° luglio 2007 sono divenute applicabili, dopo una serie di proroghe disposte con  diversi decreti,  le norme processuali previste dalla legge 149/2001.

Tali norme prevedono la nomina di un difensore d’ufficio al minore nei procedimenti per la dichiarazione di adottabilità  e in quelli ex art.336 c.c. senza, invero, prevedere un’apposita disciplina in materia di difesa d’ufficio.

 Il convegno si prefigge l‘intento di richiamare l’attenzione sulla figura professionale del difensore del minore allo scopo di evidenziare la necessità di un intervento legislativo atto a colmare le lacune della legge, anche, in relazione alla formazione, affinché – nell’interesse preminente del  minore – il difensore abbia  specifiche competenze  nell’ambito giuridico ma sia anche formato sotto il profilo psico-pedagogico.

La delicatezza delle funzioni a cui è chiamato l’Avvocato del Minore richiede,infatti, competenze giuridiche particolarmente qualificate, ma, soprattutto, una formazione che consenta al professionista di potersi relazionare con il minore allo scopo di non aggravarne lo stato di disagio  e di poter individuare correttamente le esigenze di quest’ultimo.

Il focus del convegno  è l’infanzia  che è un bene da tutelare laddove si voglia garantire la crescita di una società sana come ribadito in tutte le convenzioni internazionali sui diritti dei minori.

Dalla necessità di proteggere il bambino, nella sua totalità, nell’integrità della sua persona psicofisica e giuridica, è nata l’idea di riunire ad uno stesso tavolo personalità del mondo giuridico, in particolare quelle operanti nell’ambito del diritto di famiglia e minorile,  personalità del mondo psicologico in particolare quelle operanti nella area dell’età evolutiva, o delle relazioni familiari e personalità del mondo politico.

Tale incontro costituisce non soltanto un’occasione di scambio culturale, ma anche un importante confronto operativo su una problematica che nella attuale fase storica è oggetto di discussione e di studio nell’ambito delle due discipline – giuridica e psicologica.

In Italia non si è ancora definitivamente sviluppata una cultura psico-clinica giuridica che si basi sulla condivisione di modelli integrati di intervento, nonostante non manchino interessanti esperienze di sperimentazione in questo ambito

I momenti di discussione interdisciplinare sono importanti per progettare tecniche e metodologie più adeguate di intervento. La prevenzione del disagio infantile si basa su una politica di intervento in grado di agire tempestivamente per prevenire l’insorgenza di un disturbo evolutivo o modificarne l’evoluzione natura.

Il Convegno vuole essere,  infine, anche, un’occasione per evidenziare la necessità di istituire  il Garante per L’infanzia e l’adolescenza – già  esistente in diversi paesi europei ed   in alcune Regioni italiane tra le quali il Lazio –  che assicuri  la piena attuazione dei diritti riconosciuti  dalle Convenzioni internazionali alle persone minori di età.

Con Delibera del 27 marzo 2008, il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma ha concesso N.4 crediti formativi al Convegno.

Brochure           Locandina