Convegno: L’AUDIZIONE DEL FIGLIO MINORE NEI PROCEDIMENTI DI SEPARAZIONE E DI DIVORZIO

L’ AIEPAF (Associazione Integrata Europea Psicologi e Avvocati per la Famiglia)

e

il  Garante dell’Infanzia e dell’adolescenza della Regione Lazio

organizzano il

CONVEGNO

“L’AUDIZIONE DEL FIGLIO MINORE NEI PROCEDIMENTI DI SEPARAZIONE E DI DIVORZIO“

Roma 7 aprile 2009

Auditorium della Cassa di Previdenza ed Assistenza Forense

Via E. Quirino Visconti, 8 ore 14.00 – 18.00

 

Brochure     Locandina 

 L’ascolto è uno strumento operativo interdisciplinare nel quale le conoscenze sociologiche, psicologiche e giuridiche si intersecano per tutelare al meglio il minore coinvolto nei conflitti familiari, in ragione dei desideri, delle esigenze affettive, relazionali ed evolutive dello stesso.

L’ascolto richiede capacità relazionali e di decifrazione dei messaggi verbali e gestuali del fanciullo.

I messaggi gestuali che riguardano il comportamento non verbale rappresentano,infatti, un canale di comunicazione veicolante informazioni molto importanti, ma sono di difficile interpretazione ad un operatore non adeguatamente preparato a rilevarle.

L’art.155 sexies c.c. inserito dall’ art.1 comma 2 della legge 8 febbraio 2006 n.54, che ha finalmente recepito un principio fondamentale garantito da diverse Convenzioni internazionali è lacunoso sotto diversi profili.

 La norma pone dubbi interpretativi circa il dovere o la mera facoltà del Giudice di ascoltare il fanciullo coinvolto nel procedimento di separazione dei genitori, inoltre, non disciplina un aspetto fondamentale dell’ascolto del minore: i criteri e le modalità.

Il convegno, attraverso un confronto scientifico tra figure professionali che operano all’ambito giuridico e psico- sociale, vuole richiamare l’attenzione sulla necessità di un intervento legislativo atto a colmare le lacune dell’art. 155 sexies e a stabilire precise modalità di ascolto del minore, al fine, anche, di eliminare i dubbi interpretativi fonti di possibili ingiuste disparità di trattamento, e di garantire al minore capace di discernimento, nel rispetto delle convenzioni internazionali, il diritto ad essere ascoltato sulle questioni che lo riguardano, attraverso modalità adeguate all’età e alle competenze cognitive di quest’ultimo, che consentano il rispetto della sua persona ed al contempo permettano al magistrato di conoscere i veri desideri e le reali esigenze dello stesso al fine di meglio tutelarlo.

E’ proprio in tale ottica che è stato redatta dall’AIEPAF la proposta di legge n. 2154 “Modifica all’articolo 155-sexies del codice civile, in materia di ascolto dei figli minorenni nei procedimenti di separazione dei coniugi” presentato alla Camera il giorno 04.02.2009 dal Vicepresidente della Commissione parlamentare per l’Infanzia:On. Gabriella Carlucci, che verrà esaminato nel corso del Convegno.

 

Per il Convegno è stato richiesto l’ accreditamento al fine del conseguimento dei CREDITI formativi al Consiglio dell’Ordine di Roma

 

La partecipazione è gratuita, previa iscrizione da effettuarsi compilando la scheda on line, collegandosi al sito www.foroeuropeo.it . La partecipazione è limitata ad un numero massimo di 200 persone e sarà tenuta prioritariamente in considerazione la data di invio della scheda di iscrizione.

Brochure                Locandina