Statuto dell’Associazione

Estratto dello Statuto dell’Associazione:

Art.3) L’associazione, con sede in Roma al viale Libia n.22, indipendente e senza scopo di lucro, opera sul territorio europeo, aperta alla collaborazione di psicologi e avvocati che si occupano prevalentemente di tematiche familiari, ha quale  obiettivo la promozione e la diffusione di un metodo di intervento integrato tra avvocato e psicologo finalizzato allo studio,alla prevenzione e alla risoluzione delle problematiche riguardanti la famiglia e l’infanzia.
L’Associazione si ispira ai principi dettati dalle Convenzioni internazionali ed in particolare alla Convenzione di N.Y. che ha riconosciuto come diritto soggettivo l’interesse del  bambino a sviluppare la propria personalità attraverso relazioni familiari ed educative con i genitori.
Obiettivo dell’associazione è la promozione e la diffusione di una cultura psico-giuridica nell’ottica di un sistema integrato di intervento (avvocato-psicologo) per problematiche psicolegali legate alla famiglia e all’infanzia.
Finalità dell’associazione è prevenire e contenere ogni forma di conflittualità nascente dalla crisi della coppia, sia prima che durante il procedimento di separazione coniugale, al fine, preminente, di tutelare il diritto dei figli ad avere un armonioso sviluppo psico-cognitivo- affettivo, ovvero, al fine di evitare al minore i tipici  disagi derivanti dalla rottura di un rapporto.
L’obiettivo è anche quello di tutelare il diritto del minore a conservare significativi rapporti con entrambe le figure genitoriali, in osservanza del principio della bigenitorialità espressamente sancito dalla legge 54/2006, attraverso forme di sostegno legale e psicologico quali:
– consulenza psicolegale,
– percorsi di intervento psico-giuridici,
– terapia familiare, terapia di coppia,
– sostegno individuale,
– gruppi di autoaiuto,
– interventi di sostegno e riabilitazione in età evolutiva
– valutazione psicodiagnostica.
L’associazione intende promuovere anche la mediazione familiare quale forma di intervento per migliorare le modalità di relazione tra i vari componenti della famiglia separata; per risolvere tutte le questioni connesse alla cura, l’educazione e la partecipazione di entrambi i genitori alla vita dei figli.
Nei casi di grave conflittualità l’associazione prevede anche la possibilità per i genitori separati di usufruire di servizi per l’esercizio del diritto di visita, più noti con la definizione di Spazi Neutri. Tali servizi  nati per rispondere all’esigenza di sostenere la famiglia separata, forniscono l’aiuto necessario al recupero e al mantenimento della relazione tra i  figli e il genitore non convivente.
Inoltre, alla luce della modifica legislativa, l’associazione intende offrire il necessario sostegno psicologico e legale ai maggiorenni che dovranno far valere le proprie pretese al mantenimento, nei confronti dei genitori, offrendo loro il necessario supporto psicologico e legale sempre con l’obiettivo preminente di evitare ogni forma di conflittualità.
L’associazione intende altresì tutelare la famiglia in tutte le sue forme anche diverse dalla struttura tradizionale (famiglie di fatto).
L’associazione intende occuparsi anche di fornire supporto psicologico- legale – sociale, alle famiglie miste ed immigrate, valorizzando le relazioni familiari tutelando ed al contempo sostenendo i  rapporti tra i minori e le figure genitoriali di riferimento e promovendo l’integrazione socio-culturale.
Scopo dell’associazione è, altresì, quello di fornire sostegno psicologico e legale a tutte quelle famiglie che si trovano ad affrontare percorsi di adozione nazionale ed internazionale, percorsi di procreazione medicalmente assistita, affido etero-familiare, procedimenti afferenti l’allontanamento del minore dal nucleo familiare e il collocamento dello stesso in casa famiglia.
Coscienti, vieppiù, dell’importanza della figura dei nonni nei rapporti con i minori, ci si pone come obiettivo quello di  valorizzarli come importanti figure di riferimento, anche nei momenti di crisi della coppia genitoriale.
Per il raggiungimento degli scopi sociali, l’associazione si adopererà a sensibilizzare l’opinione pubblica attraverso i mezzi di comunicazione di massa e con convegni, corsi, manifestazioni, pubblicazioni e divulgazione di materiale scientifico.
L’associazione provvederà a farsi portatrice di interessi diffusi anche con la presentazione, nelle opportune sedi, di proposte o disegni di legge.
Art.4) L’associazione per la sua sopravvivenza gestionale si finanzierà con le quote degli associati il cui importo verrà stabilito dal consiglio direttivo, anno per anno.
Il patrimonio dell’associazione sarà costituito, oltre che dalle quote associative, da donazioni, lasciti, oblazioni di enti pubblici o privati, elargizioni a qualsiasi titolo effettuate.
In caso di cessazione dell’associazione il suddetto patrimonio sarà devoluto secondo le norme di legge vigenti, fatte salve le spese necessarie alle operazioni di liquidazione e chiusura dell’associazione.

STATUTO